Come riconoscere una madre narcisista

Il rapporto con la propria madre riveste un ruolo centrale nella vita affettiva di ciascun figlio. Lo stile di attaccamento, il modo di prendersi cura e la personalità di questa figura sono elementi importanti per sostenere la funzionalità della famiglia. Alcuni tratti di personalità attribuibili alla madre potrebbero determinare ricadute più o meno gravi sulla vita emotiva dei figli e sull’intero sistema familiare. Per questa ragione molte persone vorrebbero sapere come riconoscere una madre narcisista e quali sono i suoi tratti distintivi. La studiosa Caroline Foster ha messo in evidenza alcune tipologie di madre narcisista indicando quali sono le particolarità che le distinguono. 

Le conseguenze sulla vita affettiva dei figli

Nella generalità dei casi le relazioni familiari descrivono la complessità di un sistema di interazioni che talvolta è difficile cogliere. Non è un caso che in un simile intreccio talvolta i figli esperiscono delle ferite emotive che portano con sé per molti anni. Il genitore ha il compito di allevare il figlio non solo sul piano sostanziale, ma anche su quello emotivo-affettivo. Tuttavia a volte alcuni tratti della sua personalità potrebbero non favorire la completa autonomia del figlio stesso. A tal proposito, in un precedente articolo abbiamo illustrato come aiutare un figlio a credere di più in se stesso.

A volte è proprio la scarsa autostima uno degli elementi che spinge l’individuo verso una vera e propria dipendenza affettiva. In questo caso è utile capire come si comporta una persona dipendente affettiva e quali sono le sue caratteristiche principali. Segni di dipendenza possono emergere anche all’interno del rapporto tra un figlio/a e una madre narcisista. 

Come riconoscere una madre narcisista

Il disturbo narcisistico rappresenta un disordine della personalità che non sempre è facile riconoscere nelle persone che si hanno accanto. Quando una madre presenta delle caratteristiche di personalità che rientrano nella dimensione narcisistica, secondo Caroline Foster se ne possono distinguere almeno tre tipologie. 

La prima è la madre narcisista overt. Questo tipo di madre generalmente è alla continua ricerca di attenzioni in quanto marcatamente egocentrica. Per lei i figli rappresentano una sorta di trofeo di cui compiacersi da mostrare ad amici e familiari. Pronuncia frasi del tipo: “I miei figli sono il mio orgoglio, sono un capolavoro!”. Con queste madri i figli hanno poco spazio per mostrare la propria autenticità.

Presto imparano che per ricevere amore dalla madre devono essere come lei li vuole. Questa tipologia di madre può allo stesso tempo diventare altamente competitiva con la figlia quando diviene una giovane donna. Ciò perché la madre pretende che lo splendore della figlia non sia mai superiore al suo. Se volessimo condensare questo aspetto in una frase, la richiesta implicita potrebbe essere: “Sii bella, brava e intelligente ma mai più di me”. Queste madri pretendono che i figli crescano in maniera assai rapida pur non offrendo loro gli strumenti sufficienti per fronteggiare il mondo. Oppure, può accadere che si abbarbichino ai figli pretendendo di non essere abbandonate. Si tratta di madri che spesso intrappolano i figli in forme di codipendenza e quando feriscono non sono disposte a scusarsi. 

Un’altra tipologia di madre narcisista è quella gravemente sadica. Questa madre potrebbe presentare condotte devianti, come abuso di droghe o alcol, che portano ad un profondo abbandono dei figli. A loro volta sono delle madri che presentano una radicata frammentazione emotiva e che da bambine non hanno ricevuto il sostegno e l’accudimento adeguati.

Infine, vi è la madre narcisista invischiata. Si tratta di madri apparentemente perfette, che si prendono totalmente cura dei figli al punto da non renderli mai autosufficienti. Questa madre trasmette ai figli l’idea che nel mondo non possono fare a meno di lei perché c’è ostilità e cattiveria ovunque. Questa madre osteggia ogni tentativo di indipendenza del figlio fino a punirlo in alcuni casi. Un simile atteggiamento alla lunga potrebbe privare della spinta all’indipendenza e all’auto-affermazione di figli.

Approfondimento

Perché un figlio si allontana dalla famiglia e chiude i rapporti

Disclaimer

“Gli autori e i proprietari del presente sito declinano ogni responsabilità nei riguardi dei lettori in merito all’utilizzo che questi possano fare delle informazioni riportate negli articoli. Gli eventuali consigli rappresentano il personale punto di vista dell’autore e non hanno alcuna pretesa di veridicità. I contenuti pubblicati hanno uno scopo puramente divulgativo e non sostituiscono il parere degli specialisti, né intendono formulare diagnosi o prescrivere trattamenti.”

Ultimi articoli
Restiamo in contatto