Come si fa a non arrabbiarsi con i propri genitori

Avere un cattivo rapporto con i propri genitori, improntato al litigio e al contrasto reciproco può diventare fonte di grandi sofferenze. La relazione che si instaura tra una madre, un padre ed i figli cammina spesso sul fil di lama se non ci si prende cura di alcuni aspetti emotivi. È per questo motivo che talvolta simili difficoltà varcano la soglia familiare e si ripetono anche nelle relazioni amorose e sociali in generale. Come si fa a non arrabbiarsi con i propri genitori? Alla base di un simile interrogativo che molti figli si pongono in diversi momenti della vita potrebbero celarsi alcuni limiti auto-sabotanti.

Perché il rapporto tra genitori e figli non funziona sempre

I conflitti irrisolti con le principali figure di attaccamento rappresentano talvolta una motivazione che spinge una persona ad intraprendere una psicoterapia. La mancanza di dialogo o l’impossibilità a vivere serenamente l’affetto che si prova nei riguardi di persone familiari può ingenerare un malessere intollerabile. Ci si sente arrabbiati, frustrati e incapaci di ottenere dall’altro quello che si desidera. Un simile vissuto potrebbe essere una delle cause per cui un figlio decide di allontanarsi e chiudere i rapporti con la famiglia. Non a caso, un recente studio norvegese ha mostrato quanto il buon rapporto genitori-figli influenzi la salute autovalutata in età adolescenziale.

Una buona comunicazione con i genitori, la sensazione di adeguato sostegno e supporto ha un impatto favorevole sulla percezione del proprio stato di salute. Simili evidenze mostrano la potenza che rapporti affettivi adeguati hanno su numerosi dimensioni di vita per ciascuno.

Come si fa a non arrabbiarsi con i propri genitori

Se avere un buon rapporto con i genitori aiuta a sentirsi meglio, come fare per non provare rabbia nei loro riguardi? Un primo aspetto da valutare in questa analisi è proprio l’emozione della rabbia. In un precedente articolo abbiamo spiegato come trasformare la rabbia in energia positiva. Per evitare che la furia prenda il sopravvento è importante liberarsi da un elemento che troppo spesso sottovalutiamo: le aspettative. Spesso non sono soltanto i genitori a caricare di aspettative i figli, ma accade anche il contrario.

Molti figli si aspettano che la propria madre o padre li comprenda immediatamente o si comporti secondo una propria idea. I genitori sono anzitutto delle persone con propri bisogni e desideri che non necessariamente devono coincidere con quello che i figli si aspettano da loro. Quella che lega un figlio al proprio genitore è una relazione e come tale richiede l’impegno da parte di entrambi perché sia nutriente per le parti. È per questo motivo che piuttosto che aspettarsi il genitore ideale, un figlio potrebbe impegnarsi a costruire un buon rapporto con il genitore reale. Riducendo così le diverse aspettative, si potrà costruire un forte legame duraturo nel tempo.

Approfondimento

Come salvare il rapporto di coppia quando nasce un figlio

Disclaimer

“Gli autori e i proprietari del presente sito declinano ogni responsabilità nei riguardi dei lettori in merito all’utilizzo che questi possano fare delle informazioni riportate negli articoli. Gli eventuali consigli rappresentano il personale punto di vista dell’autore e non hanno alcuna pretesa di veridicità. I contenuti pubblicati hanno uno scopo puramente divulgativo e non sostituiscono il parere degli specialisti, né intendono formulare diagnosi o prescrivere trattamenti.”

Ultimi articoli
Restiamo in contatto