Cosa fare per uscire da un loop di pensieri che pervade la mente

Alcuni fenomeni che si verificano nella mente umana possono diventare fonte di grande stress e tensione per chi li vive. Chi sostiene che i pensieri non possano affaticare tanto il cervello quanto il corpo, potrebbe facilmente ricredersi attingendo da qualche esperienza personale di loop. Quello che accade in simili circostanze è una sorta di rimunginio, una ruminazione mentale che pervade la mente. Quando i pensieri ripetitivi e costanti si fissano in un loop mentale tutto quello che si vorrebbe è capire come fare per uscire da una simile condizione.

Cosa vuol dire se sei in loop mentale

Prendersi cura della propria mente e dei pensieri che la abitano è un modo per allenare alcuni circuiti mentali e favorire una forma di benessere psico-fisico. In un precedente articolo abbiamo illustrato alcune tecniche per mettere a riposo il cervello evitando i pensieri fissi e brutti. Quello che molti definiscono nei termini di loop mentale corrisponde nella generalità dei casi ad un atto di ruminazione o rimuginio. Si tratta di una sorta di circolo vizioso mentale che porta ad intrattenere un dialogo interiore in cui ci si ripete sempre le solite frasi. Generalmente si tratta di pensieri, immagini o parole a carattere negativo e svalutante. Nella mente sembra che girino sempre gli stessi pensieri dai quali si fa fatica a sganciarsi.

Rimuginare è un’azione tipica di alcuni stati emotivi che riconducono all’ansia e alla preoccupazione. Questi vissuti, poiché estremamente diffusi in diverse condizioni cliniche, si possono trovare in alcuni disturbi dell’umore, disturbi alimentari o in alcune condizioni psichiatriche. 

Cosa fare per uscire da un loop di pensieri che pervade la mente

Alcuni pensieri possono diventare una tale fissazione che sembrano costituiscano una vera e propria trappola mentale. Per combattere i pensieri negativi abbiamo precedentemente spiegato come fare passando in rassegna alcune strategie. Relativamente alla ruminazione mentale, un recente studio scientifico italiano ha messo in evidenza delle interessanti tecniche che potrebbero intervenire efficacemente su alcuni processi cognitivi e psicologici. La ricerca ha coinvolto un gruppo di 75 giovani partecipanti che sono stati suddivisi in diversi gruppi. Ciascun gruppo ha seguito una delle quattro condizioni che prevedeva il disegno sperimentale. Il primo gruppo ha praticato la respirazione consapevole, il secondo una scansione corporea, il terzo la meditazione ed il quarto era quello di controllo. Dopo aver seguito il programma previsto dallo studio, gli esperti hanno rilevato alcune interessanti evidenze. Coloro che hanno praticato la meditazione respiratoria hanno registrato una più bassa frequenza di pensieri ruminanti di tipo disadattivo.

Ciò che hanno messo in evidenza gli studiosi è che pracaticare alcuni esercizi e attività sulla consapevolezza potrebbe offrire un valido aiuto a liberarsi di pensieri negativi assumendo un atteggiamento più ottimista. Sebbene le ricerche restino ancora aperte in questo senso, le evidenze forniscono informazioni preziose per i futuri risvolti.

Approfondimento

Cosa fare per non avere paura del futuro

Disclaimer

“Gli autori e i proprietari del presente sito declinano ogni responsabilità nei riguardi dei lettori in merito all’utilizzo che questi possano fare delle informazioni riportate negli articoli. Gli eventuali consigli rappresentano il personale punto di vista dell’autore e non hanno alcuna pretesa di veridicità. I contenuti pubblicati hanno uno scopo puramente divulgativo e non sostituiscono il parere degli specialisti, né intendono formulare diagnosi o prescrivere trattamenti.”

Ultimi articoli
Restiamo in contatto