Cosa si nasconde dietro la gelosia di un uomo o di una donna verso il partner

Le relazioni d’amore rappresentano quella dimensione in cui si vivono emozioni variegate e contrastanti nel tempo. Si tratta di una sorta di viaggio sulle montagne russe in cui si alternano momenti di grande gioia ad altri di profonda incertezza. Nel corso di una storia d’amore capita a molte persone di avvertire dei cambiamenti che talvolta possono scatenare una vera e propria crisi. 

Una delle paure che spesso si associa al proprio partner riguarda la rottura del patto di fedeltà o esclusività, dunque il tradimento. Per questo motivo la gelosia spinge alla ricerca di costanti rassicurazioni nella coppia. Nota sin dai tempi più antichi, la gelosia è una sorta di fuoco che arde dentro e spinge ad evitare la perdita dell’oggetto amato. Se da un lato può rappresentare una sorta di riflesso all’istinto di conservazione, dall’altro può diventare patologica. Ecco allora cosa si nasconde dietro la gelosia di un uomo o di una donna verso il partner.

Quanto si deve essere gelosi?

Quando si parla di gelosia non è mai facile capire quale sia la linea di demarcazione tra quella sana e quella distruttiva. A volte la gelosia può determinare comportamenti che portano ad una relazione tossica e dannosa per la coppia che si può riconoscere da almeno 3 segnali. In simili circostanze si sperimenta un forte senso d’incertezza nei riguardi dei sentimenti del partner che si tende a ricercare delle prove d’amore. 

Quello che la gelosia a volte insinua all’interno della coppia è il dubbio che l’altra persona non sia più onesta e sincera con l’altro. Sebbene esistano dei campanelli d’allarme che permettono di riconoscere una persona falsa, non sempre è così facile capire cosa fare. Chi sperimenta questi vissuti d’intensa precarietà nei riguardi della relazione, probabilmente è in contatto con emozioni o vissuti spiacevoli. Come capire cosa accade nella mente di chi tende a provare spesso tale sentimento?

Cosa si nasconde dietro la gelosia di un uomo o di una donna verso il partner

Esistono diversi tipi di gelosia che ciascuno di noi prova all’interno delle varie relazioni significative. Già da bambini in qualche misura si fa esperienza di un senso di precarietà legato alla ricerca di attenzioni da parte del genitore. Da adulti, la gelosia descrive spesso i rapporti di coppia, dunque si rivolge alla persona amata. Un recente studio scientifico ha confermato che si tratta di un sentimento presente indipendente dal genere, ma con alcune differenze. Mentre le donne sono più sensibili all’attrattiva di un rivale, negli uomini la gelosia riguarda piuttosto il predominio del rivale.

Nella dinamica della gelosia, possiamo distinguere almeno tre elementi fondamentali: colui che è geloso, la persona amata ed il rivale. In questa triade quello che muove le azioni della persona gelosa, nella più parte dei casi, è un incontenibile desiderio di possesso dell’amato. Quello che potrebbe nascondersi in una simile dinamica è proprio un senso di minaccia di perdita della persona amata per causa del rivale. Alle radici della gelosia talvolta vi è un forte senso d’insicurezza e d’inadeguatezza personale all’interno della relazione che si traduce in bassa autostima. Non ci si sente sufficientemente adeguati per il partner con un conseguente senso di spiacevole frustrazione.

Ci sono persone che invece hanno instaurato una dipendenza affettiva nei riguardi del partner che li porta a vivere momenti d’intensa gelosia. La persona dipendente prova una costante paura di abbandono da parte del partner, ecco perché potrebbe essere particolarmente gelosa. Infine, è possibile che la gelosia sia espressione di un disturbo di personalità o di una condizione clinica particolare. Individuando le basi che sono a sostegno di un simile sentimento, è possibile intervenire efficacemente per salvaguardare la coppia ed impedirne un collasso.

Approfondimento

Ecco perché non si riesce a dimenticare una persona anche quando si vorrebbe farlo

Disclaimer

“Gli autori e i proprietari del presente sito declinano ogni responsabilità nei riguardi dei lettori in merito all’utilizzo che questi possano fare delle informazioni riportate negli articoli. Gli eventuali consigli rappresentano il personale punto di vista dell’autore e non hanno alcuna pretesa di veridicità. I contenuti pubblicati hanno uno scopo puramente divulgativo e non sostituiscono il parere degli specialisti, né intendono formulare diagnosi o prescrivere trattamenti.”

Ultimi articoli
Restiamo in contatto