Ecco quale frutto fa bene al cervello secondo la scienza

Prendersi cura di uno degli organi più complessi del nostro organismo richiede una particolare attenzione non solo in termini di allenamento mentale. Quello che mangiamo e che beviamo può avere un impatto determinante sulle funzioni cognitive e sulle prestazioni della nostra mente. Come ricordano numerosi esperti, adottare uno stile di vita sano che passi anche dalla tavola può essere un buon modo per prevenire numerose malattie. Ecco quale frutto fa bene al cervello secondo la scienza. Alcuni studiosi hanno compiuto un’indagine su particolari alimenti che approfondiamo in questo articolo.

Da cosa si nota che il cervello è stanco e affaticato

Il cervello rappresenta la vera e propria centrale operativa del nostro organismo che è in funzione per tutto il giorno. Difatti anche quando dormiamo il nostro cervello è al lavoro per garantirci alcune funzioni. A volte la vita frenetica o alcune abitudini malsane possono avere degli effetti dannosi sulla mente. Per questo motivo è importante riconoscere i segnali di un cervello stanco e in tilt. Un altro aspetto da non trascurare quando si ha voglia di prendersi cura della propria mente è il riposo. In un precedente articolo abbiamo spiegato cosa succede al cervello quando si dorme poco e si trascura il momento del sonno. Rispetto alla dieta quotidiana, alcuni studiosi si sono occupati di realizzare una review su alcuni alimenti che potenzialmente hanno un effetto benefico sui circuiti cerebrali.

Ecco quale frutto fa bene al cervello secondo la scienza

Sappiamo da tempo che i cibi non sono tutti uguali e che il consumo prolungato di alcuni di essipuò nascondere effetti dannosi per la salute. È per questa ragione che la dieta rappresenta un oggetto di numerosi studi circa la correlazione tra salute del cervello e alimenti assunti.

Alcuni ricercatori australiani, in un recente studio di review hanno indagato gli effetti che la frutta secca a guscio ha sulle performance del nostro cervello. Dai dati raccolti sono emerse interessanti informazioni rispetto al consumo abituale di noci. Secondo gli esperti le noci possono avere un effetto potenzialmente benefico su facoltà come memoria, attenzione, velocità di elaborazione, capacità visuo-spaziali e funzioni esecutive. In particolare, gli scienziati hanno verificato che l’effetto benefico della frutta a guscio e delle noci si può rilevare con più evidenza nelle popolazioni con rischio più elevato di declino cognitivo. Sebbene la ricerca sia sempre tesa ad individuare nuove evidenze, ad oggi sappiamo che il consumo regolato di noci potrebbe sostenere le funzioni cognitive.

Approfondimento

Cosa scatta nel cervello quando alcune persone ci irritano o infastidiscono particolarmente

Disclaimer

“Gli autori e i proprietari del presente sito declinano ogni responsabilità nei riguardi dei lettori in merito all’utilizzo che questi possano fare delle informazioni riportate negli articoli. Gli eventuali consigli rappresentano il personale punto di vista dell’autore e non hanno alcuna pretesa di veridicità. I contenuti pubblicati hanno uno scopo puramente divulgativo e non sostituiscono il parere degli specialisti, né intendono formulare diagnosi o prescrivere trattamenti.”

Ultimi articoli
Restiamo in contatto