In che modo comportarsi con un figlio plagiato da una persona manipolatrice

Le relazioni sentimentale dei figli sono talvolta motivo di grande preoccupazione dei genitori. Tuttavia anche le amicizie con persone particolari privano fanno stare un genitore in ansia. Ciò succede non solo se non si ha stima dell’amico o del fidanzato del proprio figlio. Ma in particolare quando ci sembra plagiato da una personalità manipolatrice che sembra averlo stregato. In tal caso ci si sente del tutto impotenti perché il figlio non accetta che si critichi la scelta del partner o dell’amico.

Inoltre per capire perché un figlio si allontana dalla famiglia e chiude i rapporti bisogna andare più a fondo. Come tutti sappiamo è più facile accorgersi di alcuni condizionamenti quando non si emotivamente coinvolti. Un genitore guarda al compagnoo ad un’amica di sua figlia con uno sguardo più lucido. 

Il vantaggio della distanza emotiva

Ed è proprio la distanza emotiva a consentirgli di riconoscere subito il desiderio di manipolare, pilotare e condizionare che anima alcuni soggetti. Chi sa come sottrarsi alla dipendenza di una personalità forte ha maggiori possibilità di instaurare il rapporto su nuove basi. Al contrario, chi non ha consapevolezza di subire il controllo del partner non ha orecchie per ascoltare gli avvertimenti di un genitore o di un amico. Prima ancora di incontrare chi potrebbe influenzare le nostre decisioni conviene informarsi su come si comporta un manipolatore in amore e nelle relazioni di amicizia. Si rivelerà infatti vantaggioso sapere quali sono i tratti caratteristici di coloro che mirano ad avere il controllo e a ridurre l’altro all’obbedienza.

In che modo comportarsi con un figlio plagiato da una persona manipolatrice

Per aiutare qualcuno a liberarsi dalle ingerenze e dalla prepotenza di un manipolatore bisogna anzitutto indagare sulle motivazioni che la inducono a ricercare persone simili. Alcuni soggetti più fragili infatti arrivano a maturare una profonda dipendenza affettiva nei confronti di personalità forti e volitive. Sono attratte dal fascino del loro modo di fare perché non le vedono mai in difficoltà e pensano che abbiano risposte a qualunque domanda.

Inoltre soffrono di un’evidente insicurezza emotiva per cui tendono a trovare rifugio fra le braccia di chi le fa sentire importanti. Il manipolatore solitamente è una persona dal particolare fascino che riesce a far sentire l’altro molto amato. Esprimendo il proprio apprezzamento al partner il manipolatore si assicura la sua fiducia e approvazione. Un genitore che volesse sottrarre la figlia all’influenza di un manipolatore dovrebbe anzitutto capire cosa la spinge a preferire lui ad altri. Quali sono cioè le motivazioni che la legano ad una personalità così desiderosa di esercitare potere e controllo.

Finché il proprio figlio non vedrà un limite e un possibile ostacolo in chi la plagia sarà difficile aiutarla ad allontanarsi. Sappiamo tuttavia che in questi casi il genitore è l’ultimo a cui un figlio presterebbe orecchio. Conviene dunque con la complicità di un amico convincere la persona plagiata a discuterne con uno psicoterapeuta. Attraverso la terapia della parola potrà emergere in superficie il bisogno che il proprio figlio tenta di appagare al fianco di un manipolatore. Occorre quindi che uno specialista lo aiuti a comprendere le ragioni che spingono a sottomettersi alla volontà altrui.

La dipendenza affettiva infatti potrebbe derivare da un bisogno inappagato a cui si potrebbe dar voce e prestare ascolto durante le sedute di psicoterapia. Per cui più che tentare di discutere con i figli sarebbe più conveniente persuaderli a parlarne con uno specialista da cui non si sentirebbero giudicati. Scavando nell’interiorità con l’aiuto di uno specialista si hanno maggiori probabilità di individuare le ragioni che ci portano a soccombere alla volontà degli altri. Una volta che sarà chiaro il motivo per cui si lascia che siano altri a manovrare le nostre azioni si potrà anche iniziare ad agire in totale autonomia.

Approfondimento

Come capire se una persona ti sta manipolando

Disclaimer

“Gli autori e i proprietari del presente sito declinano ogni responsabilità nei riguardi dei lettori in merito all’utilizzo che questi possano fare delle informazioni riportate negli articoli. Gli eventuali consigli rappresentano il personale punto di vista dell’autore e non hanno alcuna pretesa di veridicità. I contenuti pubblicati hanno uno scopo puramente divulgativo e non sostituiscono il parere degli specialisti, né intendono formulare diagnosi o prescrivere trattamenti.”

Ultimi articoli
Restiamo in contatto