In che modo difendersi dalle frecciatine e dalle provocazioni

Sarà capitato a chiunque di essere il bersaglio di critiche pungenti. I giudizi poco lusinghieri che la gente esprime possono ferire in modo più o meno pesante. Molto dipende dal grado di autostima del soggetto che le riceve. Chi è capace di relativizzare l’importanza da ascrivere alle frecciatine e alle provocazioni solitamente sa come difendersi. Non lascia segni evidenti di sofferenza la critica che parte da coloro che stimiamo poco. Così come esercita un notevole peso la valutazione negativa che pronuncia una persona a noi cara o del cui giudizio ci fidiamo.

Sarebbe utile sapere cosa dire quando qualcuno ci offende o ci umilia. Avere la risposta pronta può far sentire più sicuri di sé. Pur tuttavia sarebbe preferibile valutare di volta in volta se conviene davvero reagire ad un’offesa. Talvolta lasciar cadere nel vuoto un insulto può presentare vantaggi superiori rispetto ad una reazione immediata. Può aiutare a conservare la propria eleganza d’animo e di modi anche capire da chi proviene l’accusa o il biasimo. Ciò perché non sempre chi emette giudizi negativi intende realmente colpire l’interlocutore. Più spesso succede infatti che la frustrazione e l’invidia altrui trovino espressione attraverso l’attacco gratuito al collega, all’amico, al familiare ecc. A tal fine conviene anzitutto capire chi sono le persone frustrate e come tenersi alla larga dal loro scontento.

Cosa significa essere assertivi

Quando ci relazioniamo con gli altri utilizziamo diversi canali di comunicazione. Ve ne sono alcuni che si rivelano più efficaci perché consentono di raggiungere risultati migliori a chi li sa utilizzare. Il passo falso che un po’ tutti dovremmo evitare consiste nel rispondere ad offesa con offesa. Replicando e imitando il comportamento del nostro aggressore è come se gli dicessimo che siamo simili e che ci affidiamo a reazioni pressoché identiche. Piuttosto che dichiarare la parentela spirituale con certi atteggiamenti sarebbe opportuno ricorre ad una strategia comunicativa più vantaggiosa.

Fra le varie strategie di comportamento, l’assertività definisce un atteggiamento ampiamente rispettoso di sé e degli altri. Essere assertivi significa infatti comunicare con chiarezza i propri bisogni e desideri senza ignorare quelli altrui. Per cui si agisce tenendo conto del proprio interesse e nello stesso tempo non si intaccano i sentimenti altrui. In tal modo si stabilisce un giusto equilibrio fra il comportamento aggressivo e quello passivo. Si evita quindi tanto di rispondere in modo violento alle critiche, quanto di subirle con l’atteggiamento tipico del soccombente.

In che modo difendersi dalle frecciatine e dalle provocazioni

Inoltre occorre considerare che si potrebbe rispondere alle aggressioni verbali in diversi modi a seconda del grado di maturità del nostro interlocutore. Con alcuni conviene ricorrere al silenzio e quindi non reagire perché non capirebbero il nostro punto di vista. Con altri invece potrebbe rivelarsi utile esprimere con onestà i propri sentimenti e difendere le proprie opinioni e scelte di vita. A seconda delle circostanze si dovrà pertanto valutare se convenga adottare l’una o l’altra strategia. Sicuramente resta consigliabile scartare sin da subito qualunque reazione violenta e immediata che darebbe voce alla parte di noi più istintiva e difficile da controllare.

Approfondimento

Ecco come smettere di chiedere sempre scusa e cosa dire di diverso

Disclaimer

“Gli autori e i proprietari del presente sito declinano ogni responsabilità nei riguardi dei lettori in merito all’utilizzo che questi possano fare delle informazioni riportate negli articoli. Gli eventuali consigli rappresentano il personale punto di vista dell’autore e non hanno alcuna pretesa di veridicità. I contenuti pubblicati hanno uno scopo puramente divulgativo e non sostituiscono il parere degli specialisti, né intendono formulare diagnosi o prescrivere trattamenti.”

Ultimi articoli
Restiamo in contatto