Riacquistare fiducia in se stessi dopo una separazione

La fine di una relazione d’amore o affettiva segna un momento molto delicato per la vita di ciascuno. Essa rappresenta la fine di un ciclo che ha avuto il suo corso e l’inizio di una nuova dimensione che appare del tutto estranea. In questi momenti può accadere che si provi un forte senso di precarietà emotiva e di incertezza. In particolare, se il legame si scioglie dopo diversi anni di condivisione, rimescolare le carte della propria vita sembra un’impresa insostenibile. Eppure, un’impresa apparentemente insuperabile, potrebbe acquistare una nuova valenza se si sfruttano alcune risorse interne ed ambientali. Vediamo allora come riacquistare fiducia in se stessi dopo una separazione e ricominciare a vivere serenamente i rapporti con gli altri.

Cosa succede quando finisce una relazione 

Che si tratti di una scelta condivisa o unilaterale, la chiusura di una relazione comporta un mix di emozioni intense e talvolta dolorose. Prendendo in considerazione simili vissuti, abbiamo precedentemente illustrato come chiudere con una persona che ami senza soffrire e senza ferire.Le motivazioni che possono spingere uno a entrambi i partner a porre fine al rapporto sono numerose. A volte, sebbene si riconosca che la tossicità della relazione, non si riesce a compiere il passo decisivo verso la chiusura. In questi casi potrebbe nascondersi dietro il terrore della fine della relazione una dipendenza affettiva che si può riconoscere da alcuni segnali specifici.Laddove, più che agita, la separazione si subisce, tale evento potrebbe determinare un forte della propria autostima. In questi casi, è bene riconoscere la presenza di un malessere che potrebbe determinare una progressiva chiusura verso il mondo. 

Come riacquistare fiducia in se stessi dopo una separazione

La fine di un amore si accompagna a una profonda crisi affettiva e relazionale che si esprime attraverso interazioni burrascose o talvolta violente. Ci si addossa reciprocamente colpe, si vomitano sull’altro le insoddisfazioni fino ad allora taciute e si prova molta rabbia per tutto questo. Un recente studio scientifico longitudinale americano ha mostrato un interessante aspetto sul tema. Gli esperti sostengono che avere una maggiore comprensione delle ragioni che hanno portato alla rottura produce effetti meno dannosi sulla salute mentale delle persone. Ciò perché la comprensione delle cause offre l’opportunità d’interiorizzare i conflitti e di dare un senso all’amore concluso. Questo è un aspetto dal quale si potrebbe partire per evitare che gli effetti della separazione risultino devastanti. 

Per elaborare il lutto della perdita è importante mettersi in connessione con se stessi per trovare un nuova centratura. Per fare questo si potrebbe partire dal valorizzare se stessi in ogni diversa dimensione. Prendersi cura del proprio corpo, della mente e delle relazioni interpersonali potrebbe essere un modo per iniziare. A volte la fine di un amore apre a nuove libertà che fino ad allora non si immaginava di avere. Pertanto, disponendosi in ascolto di queste nuove prospettive, si potrebbe superare e metabolizzare rapidamente il dolore rimettendosi creativamente in discussione. 

Approfondimento

Perché c’è chi non riesce a piangere anche quando soffre

Disclaimer

“Gli autori e i proprietari del presente sito declinano ogni responsabilità nei riguardi dei lettori in merito all’utilizzo che questi possano fare delle informazioni riportate negli articoli. Gli eventuali consigli rappresentano il personale punto di vista dell’autore e non hanno alcuna pretesa di veridicità. I contenuti pubblicati hanno uno scopo puramente divulgativo e non sostituiscono il parere degli specialisti, né intendono formulare diagnosi o prescrivere trattamenti.”

Ultimi articoli
Restiamo in contatto